giovedì 24 ottobre 2013

SEVESO - 23/10/2013

Ieri è uscito il Seveso, dopo molti mesi in cui non succedeva. Insieme all'Assessore Granelli ci siamo recati immediatamente sul posto. Subito in via Veglia, all'altezza del ponte della ferrovia, poi in viale Suzzani ang. Ca' Granda.
Le cause dell'esondazione sono legate al mancato preavviso della protezione civile regionale che non aveva previsto il picco di maltempo che poi effettivamente si è verificato, non facendo così scattare il piano di emergenza che prevede l'apertura del canale scolmatore.
L'apertura è comunque avvenuta nel pomeriggio, scongiurando che il livello dell'esondazione salisse ad un livello superiore a quello dei marciapiedi ed evitando i danni alle cantine e alle macchine che, purtroppo, noi tutti conosciamo.
Da quando ci siamo insediati abbiamo fatto tutto quello che il Comune poteva fare per risolvere il problema: rivedere il piano di emergenza, cosa che ha diminuito sensibilmente la frequenza delle esondazioni, e stanziato a bilancio 68 milioni di euro per contribuire alla realizzazione del progetto che la Regione proporrà per la risoluzione del problema.
E' la Regione, con AIPO, che deve farsi carico di coordinare e superare le resistenze che esistono nei comuni dell'area metropolitana milanese, riguardo i vari progetti in campo, in particolare quello relativo alle vasche di laminazione.
Se vi ricordate già nel mese di ottobre come Consiglio di Zona 9 ci siamo occupati del problema. Continueremo a farlo, inseguendo l'istituzione regionale, così come continueremo ad esserci laddove il problema si ripresentasse.