venerdì 15 giugno 2012

ISEO E SCARIONI. QUALCHE AGGIORNAMENTO

Ieri la Commissione Sport del Consiglio di Zona si è riunita per analizzare la situazione del centro sportivo Iseo e del centro balneare Scarioni. Presenti, oltre ai Commissari e al Presidente Tucci, Raffael Cantoni, dirigente di Milanosport. Qualche news didascalica.

ISEO
Molto probabilmente il palazzetto non sarà abbattuto, anche se sono in corso le ultime verifiche. Le perizie che dovevano essere fatte dall'assicurazione sono terminate da poco.
Milanosport sta valutando diverse opzioni per garantire la sicurezza dell'impianto. La più quotata è isolare la parte del palazzetto danneggiata per evitare che si possa dormire dentro lo stabile o danneggiare ulteriormente la struttra.
Si è cercato di evitare la chiusura del campo da calcio. Nei prossimi giorni sarà effettuata la falciatura dell'erba, la sistemazione dell'impianto luci e delle tribune. L'intenzione è quella di renderlo polifunzionale (calcio, rugby). La manutenzione straordinaria del campo verrà invece effettuata da giugno a agosto 2013, per consentire poi la riapertura per la stagione curricolare a settembre 2013.
I campi da tennis in fondo probabilmente verranno convertiti in campi da calcio a 5-7. I lavori inizierebbero a marzo 2013 per concludersi a giugno 2013, in questo modo sarebbero utilizzabili nel corso della stagione estiva.
Per evitare la chiusura nel corso della stagione, la manutenzione straordinaria della piscina sarà effettuata da giugno 2013 a settembre 2013.
La ristrutturazione del palazzetto sarà a carico del Comune. La Giunta ha già deliberato lo stanziamento di 500 mila euro. La tempistica dipenderà dai tempi relativi ai bandi di gara (dal momento in cui sono indetti all'inizio dei lavori passano almeno 89 giorni, almeno). Oltre a questo il Comune ha deliberato un aumento di capitale di Milanosport, legato esclusivamente alla messa in sicurezza e alla ristrutturazione degli impianti.
La manutenzione ordinaria, da luglio 200, quando Milanosport ha preso in carico l'impianto, è garantita come per gli altri impianti. Alcune cose non possono essere toccate perché di proprietà di Milano sportiva (e qui stenderei un velo pietoso).
L'impianto sportivo chiuderà dal 5 al 26 agosto per garantire la manutenzione ordinaria delle macchine.

SCARIONI
La piscina subirà due tipi di interventi. Alcuni, urgenti, verranno fatti (o sono già stati fatti) in questi giorni, altri verranno eseguiti a impianto chiuso.
Il Consiglio di Zona 9 dopo il sopralluogo sta provvedendo a stilare una lista di interventi prioritari che verranno incrociati con quella già preparata da Milanosport.
In questi giorni il muro della tribuna sarà oggetto di ripristino completo, sia dal lato in cui è visibilmente danneggiato, sia dall'altro.
Da quest'anno Milanosport affiderà ad una società esterna il compito di garantire la sicurezza dei clienti (tutti noi conosciamo diversi spiacevoli episodi).
Sulla struttura che avrebbe dovuto ospitare un bowling Milanosport sta facendo diversi incontri con associazioni interessate ad utilizzarla in affitto. Chi fosse interessato può evidentemente farsi avanti.

Questo, per il momento, è quanto.