lunedì 6 settembre 2010

WRITERS E CENTRO CIVICO

Il vice sindaco sceriffo si occupa dei writers della nostra zona, mentre a quanto pare non gli interessa del destino del nostro centro civico, per il quale non ci sono i soldi.
Che amministrazione è quella che dà la priorità ai graffiti e se ne infischia di asili, centri di aggregazione giovanile, centri anziani e biblioetca?
Nessuno gli spiega che se si aprono spazi ai giovani, forse preferiranno leggere libri piuttosto che fare i writers? E quanto costa aprire spazi appositi per fare in modo che la vena creativa dei ragazzi possa rientrare nella legalità, arricchendo la città?