martedì 8 giugno 2010

VERDE, PGT, PD A PALAZZO MARINO

"Ho annunciato ieri intervenendo in aula il "congelamento" della trattativa sul Piano di Governo del Territorio. Se le cose non si sbloccheranno riprenderemo con l'ostruzionismo". Così denuncia Pierfrancesco Majorino (nella foto a destra), capogruppo PD al termine dell'ultimo Consiglio comunale.
"L'aumento del verde in città per il quale c'eravamo fortemente battuti nei mesi scorsi secondo gli "accordi" tra le parti è per noi un punto estremamente rilevante e dovrebbe concretizzarsi in due direzioni : la creazione di un grande parco nella superficie dello Scalo Farini e l'aumento reale ed effettivo di un milione di metri quadrati nel complesso della città".
"Milano in questo modo potrebbe diventare una città che conosce un radicale cambiamento nelle sue politiche del verde cittadino. Quello fruibile, attrezzato, con parchi per bambini e spazi utilizzabili dalla città. L'ipotesi che è stata avanzata in questi giorni dall'assessorato all'urbanistica è lontanissima dall'obiettivo inizialmente concordato. La dico con molta semplicità : per noi questa è una partita che si gioca senza scherzi reciproci. Il centrodestra decida cosa vuole fare. Prendere o lasciare".

Pierfrancesco Majorino - capogruppo PD al Consiglio comunale di Milano
Così, giusto per distinguersi un po', per immaginare insieme a tutti una città diversa, non solo a parole, ma con i fatti; purtroppo la città che ha in mente la signora Moratti sarebbe data in gestione a Ligresti & co., che di verde proprio non ne vogliono sapere, ci si guadagna troppo poco.